Author Topic: heptathlon nel giorno più caldo  (Read 68 times)

xiaoxiangyu

  • Hero Member
  • *****
  • Posts: 1244
    • View Profile
heptathlon nel giorno più caldo
« on: February 11, 2018, 05:14:44 AM »
Radcliffe, tuttavia, non era un semplice drogato di dolore. Lavorava sempre non solo per essere più in forma, ma per essere migliore. Una delle statistiche più istruttive su Radcliffe è che ha migliorato la sua economia di corsa di circa il 15% nel corso della sua carriera. L'economia corrente è la misura di quanta energia ci vuole per alimentare un atleta lungo la strada, ed è una delle sfaccettature vitali del proprio successo o comunque nella corsa a distanza d'élite. Radcliffe avrebbe potuto sembrare sgraziato, ma si condizionò ad essere avara con il suo carburante. In termini Nike Internationalist Mujer automobilistici, il suo rapporto miglia / gallone era eccezionale.

La parte più importante del suo corpo, tuttavia, era la sua testa. Ho avuto una conversazione affascinante con Radcliffe due anni fa, in cui le ho chiesto che ora aveva intenzione di dirigere la prima metà della Maratona di Londra del 2003. Mi ha detto che non lo sapeva. Il suo obiettivo principale nelle maratone era di eseguire una divisione "negativa" - cioè, per diventare più veloce nella seconda metà. Ma oltre a questo, non si è mai incatenata a un programma di spaccature durante la gara.

"Ho corso come mi sentivo", ha detto. "Avevo un mantra di 'no limits' durante la mia carriera ... Quindi non ho mai provato a colpire certe volte a metà strada, o qualsiasi altra cosa. La cosa importante era: perché dovremmo fissare un limite? E se ti sentissi meglio di Adidas Zx Flux Donna così? Che cosa hai intenzione di fare? Rallenta?"

Questa idea di "nessun limite" suona come buon senso. Ma è l'esatto contrario di ciò che accade nella maggior parte delle maratone. Mi sono seduto nelle sale riunioni degli hotel d'affari di media categoria in Europa e in America il giorno prima delle gare importanti, in quanto l'organizzatore ha stabilito il suo programma di quanto velocemente i pacemaker gestiranno la prima metà di una gara, i primi 30 km, i primi 35 km. Due dozzine di corridori d'elite dell'Africa orientale con sorprendenti bests personali hanno annuito. E, quasi invariabilmente, il piano è andato storto il giorno della gara - in gran parte, penso sempre, perché la maggior parte dei keniani e degli etiopi vogliono correre come ha fatto Radcliffe: sul feeling, non sulle divisioni. Infatti, a Boston nel 2011, quando Nike Air Max 95 Mujer Geoffrey Mutai e Moses Mosop registrarono quelle che erano poi le due maratone più veloci di sempre (2:03:02 e 2:03:06), Mutai dice di non avere idea di quanto velocemente stesse correndo, o cosa i suoi tempi intermedi erano. Stava solo trasportando.

L'eredità di Radcliffe nella maratona è profonda. 2:15:25 potrebbe non sembrare sexy come 1:59:59, ma è una vera e propria esibizione. A mio avviso, ci vorrà un decennio prima che il suo record venga rotto. La performance ha la sua saggezza da impartire, in particolare nella maratona maschile, dove si avvicina la storica maratona di due ore. Se l'élite maschile ha preso qualcosa da Radcliffe, getterà via i cronometri e tatuerà "senza limiti" sopra i loro cuori.

La gara è su Wimbledon Common, tutto fuoristrada, su sentieri di ghiaia e sentieri fangosi, anche se il fango era saldamente fissato dopo il caldo torrido. è il tipo di corsa a tappe che si sente come se dovessi essere in grado di andare più veloce - non è collinoso, ma il terreno sembra succhiare l'energia da te. O forse erano i pancake ... Ad ogni modo, ero contento di essere fuori a correre, anche se passare l'intera gara a cercare di non soccombere a un punto o pensare alla colazione non era una corsa piacevole.

Anche se non ho ottenuto molte miglia in questo fine settimana, ho avuto una settimana molto intensa, compreso il cronometraggio di un heptathlon nel giorno più caldo Nike Sb Janoski Donna dell'anno. Prendendo parte ad un incontro di pista per i Fleet Street Runners per la prima volta, sono riuscito in un periodo maniacale di 90 minuti (OK, tentativo di fare) il salto in lungo, il tiro messo, la 1km di marcia, i 100m, i 400 metri e il miglio